Archivi tag: google

Come migliorare la propria visibilità online con Google grazie ai posizionamenti gestiti

Come trovare nuovi Clienti grazie alla Rete display di Google

I posizionamenti gestiti sono una funzionalità di AdWords che permette di controllare e selezionare i siti, i video, le applicazioni o le pagine della Rete Display di Google su cui pubblicare annunci.

Ad esempio, conoscendo un sito web molto frequentato dai propri potenziali Clienti, è possibile aggiungerlo come posizionamento gestito.

Quali vantaggi offrono i posizionamenti gestiti?

1. Controllo diretto sulla pubblicazione degli annunci all’interno di pagine web, video e applicazioni della Rete Display

2. Possibilità di assegnare un’offerta più alta ad un posizionamento su cui l’annuncio ha un buon rendimento per avere più visibilità su di esso, oppure decidere di ridurre l’offerta per un posizionamento che non genera un numero sufficiente di conversioni

3. Possibilità di utilizzare i posizionamenti gestiti anche contemporaneamente a quelli automatici per pubblicare annunci

Scopri come attivare i posizionamenti gestiti


Secondo la Federal Trade Commission, Google avrebbe abusato della sua posizione dominante

Secondo la maggioranza dei vertici della Federal Trade Commission, il gigante dei motori di ricerca avrebbe sfruttato a suo vantaggio il ranking, distraendo potenziali visitatori dai siti di alcuni suoi concorrenti per indirizzarli ai suoi servizi e indurre i concorrenti stessi ad aumentare gli investimenti in pubblicità

Quattro dei Commissari della FTC, dopo oltre un anno di indagini, riterrebbero che Google abbia illecitamente utilizzato la sua posizione dominante nel mercato dei motori di ricerca per danneggiare suoi concorrenti.

E’ quanto rivela, proteggendo le fonti, l’Agenzia Reuters.

La FTC potrebbe decidere se dar corso ad un’azione legale contro Google tra fine Novembre e inizio Dicembre.

Sarebbero diverse le Aziende che avrebbero chiesto alla FTC di intervenire contro Google: raramente le Aziende parlano pubblicamente dei loro accordi con la FTC, ma il sito di recensioni dei consumatori Yelp e quello di prezzi a confronto Nextag hanno espresso reclami contro Google nel corso di udienze pubbliche del Congresso.

Alcuni concorrenti di Google che operano nei settori viaggi, acquisti e entertainment hanno accusato Google, leader mondiale nei motori di ricerca, di aver scorrettamente attribuito ai loro siti web bassi ranking nei risultati di ricerca per distrarre potenziali visitatori da essi e indirizzarli ai prodotti Google che offrono servizi simili.
Le probabilità di click sui risultati in cima ad ogni SERP (pagina di ricerca) sono enormemente maggiori rispetto a quelle dei siti che si posizionano più in basso: per correggere il basso ranking e salire in cima ai risultati, le Aziende devono comprare più pubblicità su Google.

Google ha ripetutamente smentito ogni comportamento illecito e si è detta ben lieta di rispondere a qualsiasi domanda da parte della FTC.
Inoltre, nel corso di un udienza del Comitato antitrust del Senato, a Settembre dell’anno scorso, Eric Schmidt, CEO di Google, ha assicurato che Google non ha mai manipolato nulla.

Secondo altri reclami presi in esame dalla FTC, Google avrebbe rifiutato di condividere dati che avrebbero consentito a inserzionisti e sviluppatori di creare un software in grado di comparare i benefici di una campagna su Google con quelli della pubblicità Bing o Yahoo.

In una questione correlata, la FTC sta valutando la gestione di Google di brevetti di grande importanza per il mercato degli smartphone, per verificare se sono concessi correttamente in licenza o se il potere legale che ne deriva è utilizzato per ostacolare l’innovazione.

Se la FTC riterrà che Google abbia violato la legge, promuoverà un accordo per risolvere la questione; se l’accordo non dovesse essere raggiunto, FTC dovrà promuovere un’azione legale contro Google.

Non è la prima volta che Google è costretta a negoziare con la FTC: ad Agosto, è stata costretta a pagare 22.5 milioni di dollari per evitare l’accusa di aver violato la privacy degli utilizzatori del browser di Apple, Safari.
La pratica era stata ritenuta in violazione di un accordo (consent decree) tra FTC e Google – relativo al lancio del Social network Buzz – che prevedeva che Google dovesse:

I) seguire determinate misure di sicurezza nello sviluppo di prodotti che coinvolgono le informazioni dell’utente, con riserva di revisione periodica da parte di un terzo indipendente

II) ottenere il consenso dell’utente prima della condivisione di alcuni dati personali.

Fonte: Reuters


Come evitare bollette salate durante i viaggi all’estero con iPhone: impostazioni Roaming, Google Voice e Messagenet

Probabilmente gli smartphone sono i migliori compagni di viaggio: dovunque tu vada, ti forniscono mappe, indicazioni stradali, consigli e raccomandazioni su hotel e ristoranti etc.

Sfortunatamente, a cause delle tariffe di roaming e nonostante il recente intervento dell’Unione Europea che ha ridotto le tariffe applicabili la bolletta può diventare estremamente salata.

Tuttavia, modificando alcune impostazioni e utilizzando servizi gratuiti come Skype e Google Voice, puoi evitare spiacevoli sorprese.

(NB.: istruzioni valide per iOS 6)

1. Fatti attivare dal tuo gestore un piano internazionale

Sembra ovvio, ma vale la pena di ricordarsene.

Attivata l’offerta, metti in agenda di disdirla al rientro in Italia o continuerai a pagarla!

Wind

Vodafone

Tim

3

2. Inoltra le chiamate in arrivo ad un numero Messagenet o Google Voice 

Grazie a servizi come Google Voice e Messagenet, puoi ottenere un numero di telefono a cui inoltrare gratuitamente le telefonate in arrivo.

Quando qualcuno ti chiama, può lasciarti un messaggio: il servizio ti invierà un’email con la trascrizione (Google Voice) o la registrazione in allegato (Messagenet).

Grazie a Messagenet, puoi ottenere subito un numero, con prefisso a tua scelta, qui

Per quanto riguarda Google Voice, sfortunatamente, al momento è disponibile per l’Italia. È però possibile utilizzarlo seguendo queste istruzioni

Come fare

1) Attiva il numero il Messagenet o Google Voice

2) Impostazioni/Telefono/Inoltro chiamata

3. Azzera le statistiche relative ai dati rete cellulare 

L’iPhone tiene traccia dei dati cellulare inviati e ricevuti durante l’utilizzo.

Per tenere d’occhio i consumi quando sei all’estero, azzera le statistiche dei dati cellulare e ricordati di verificarle quotidianamente.

Come fare

Generali/Utilizzo/Utilizzo cellulare/Azzera statistiche

4. Disattiva il caricamento immagini nelle email che ricevi 

Inviare e ricevere email potrebbe non essere così costoso.

Il vero problema sono allegati e immagini.

Perciò evita di scaricare le immagini automaticamente quando scarichi la posta elettronica

Come fare

Impostazioni/Mail/Carica immagini

5. Sfrutta il WiFi: usa i sistemi di messaggistica istantanea al posto degli SMS

Ricorda che i sistemi di messaggistica istantanea – come WhatsApp e IMessage – e di chiamata – come Skype e FaceTime – alternativi ai servizi mobili del tuo operatore, utilizzano Internet; quindi, i relativi costi sono quelli della connessione: se non usi una rete WiFi,  in Italia, verifica che il tuo operatore comprenda l’utilizzo di sistemi VoIP nel traffico dati, altrimenti le tue telefonate e i tuoi messaggi istantanei potrebbero essere più cari dei servizi del tuo operatore.

All’estero, usa solo le connessioni WiFi

Se usi iMessage, il sistema di messaggistica istantanea VOIP di Apple, disabilità l’invio di SMS quando l’invio da iMessage fallisce: il servizio Apple, di default, quando non riesce a inviare un messaggio istantaneo, lo invia come SMS, con conseguente applicazione delle tariffe dell’operatore telefonico.

Come fare

Impostazioni/IMessage/Invia SMS

6. Usa FaceTime solo con connessione WiFi

FaceTime, il servizio per chiamate VoIP di Apple, adesso funziona anche con rete telefonica: quando sei all’estero, puoi evitare spiacevoli sorprese disabilitando questa impostazione.

Come fare

Impostazioni-FaceTime/Dati cellulare Off

7. Disattiva le notifiche push dalle App

Se fai un uso intenso di App come Hootsuite, Facebook, Twitter o altre che inviano notifiche push, ricorda di impostarle in modo da funzionare solo con connessione WiFi attiva

Come fare (ad esempio con Skype)

Impostazioni/Notifiche/Skype

Centro notifiche: Off

Stile avviso: Nessuno

In “Blocco schermo”: Off

8. Se Internet e Posta elettronica non ti servono, disattiva il roaming dati

Se ritieni di poter fare a meno di Internet e Email, puoi fare in modo di poter usare – all’estero – questi servizi solo con connessione WiFi (Al rientro in Italia, anche lasciando questa impostazione,  riprenderai ad usare normalmente la rete cellulare).

Come fare

Impostazioni/Generali/Cellulare/Roaming dati Off

Buon viaggio!


Come usare Google Voice in Italia per chiamare a basso costo da Internet e ricevere via email il testo dei messaggi in segreteria telefonica

Google ha lanciato Voice Phone Number tre anni fa, limitando il suo servizio VoIP a Stati Uniti e Canada.

Google Voice ti permette di fare chiamate a basso costo, gestire sms via mail e ottenere un numero di telefono con segreteria telefonica che ti invia la trascrizione dei messaggi ricevuti.

Nonostante il servizio non sia ancora attivo in Italia, Google ha già reso note le tariffe: 2 centesimi al minuto per le telefonate verso i numeri fissi,  14 centesimi per quelle verso i cellulari di 3 Italia, 11 centesimi al minuto verso tutti gli altri (IVA escl.).

Se vuoi già iniziare a usare il servizio, senza trasferirti in USA o Canada, puoi seguire queste istruzioni.

(Se sei allergico alle procedure complicate, ma vuoi comunque avere un numero telefonico – con prefisso a tua scelta – e con segreteria telefonica da gestire via email, visita il sito di Messagenet)

 

1. Ottenere un numero di telefono USA

Crea un profilo su Callcentric per avere un numero Sip gratuito.

Riceverai un’email con un link per la verifica.

Clicca e concludi la procedura indicando città, stato, zipcode americani (li trovi su zip-area.com) e scegliendo come nazione gli Stati Uniti.

Riceverai un’email con il tuo nickname e il SIP login (cioè il tuo numero SIP, che comincerà per 1777)

In un altro browser

– apri phone.ipkall.com

– imposta come account Sip

– indica come area code 425

– inserisci come Sip username il tuo numero che comincia con 1777

– alla voce hostname inserisci callcentric.com

– inserisci l’email con cui hai ottenuto numero Sip e password

In pochi minuti riceverai da ipkall un numero di telefono statunitense.

 

2. Attiva il tuo numero telefonico Usa

Scarica un programma per voip come Express Talk (puoi usare la versione trial) e lancialo.

Apri il programma e imposta la tua linea telefonica

– inserisci il tuo numero Sip

oppure inserisci

–  lo username Callcentric

–  il numero che comincia con 1777

– la password di Callcentric

Tornando all’account di Callcentric (che hai lasciato aperto sull’altro browser), aggiorna la pagina: il tuo  numero di telefono USA dovrebbe risultare registrato.

 

3. Ottieni il Google Voice Phone Number

Prima devi ottenere un indirizzo IP USA: scarica e istalla la versione gratuita di Hotspot Shield

Avvia il programma e controlla su IP2Location di aver ricevuto l’indirizzo ip Usa.

Poi

– avvia Express Talk

– vai su voice.google.com e fai il Login con la tua Gmail

(Se visualizzi “Google Voice is not available in your Country” elimina i cookie)

-chiedi il numero telefonico Google Voice

– scegli il PIN

– verifica l’account cliccando su “call me”

– inserisci il tuo numero telefonico USA

 

Quando Express Talk squilla, rispondi e inserisci il codice di verifica: finalmente, il tuo Google Voice Phone Number è pronto all’uso.


Evento “Colazione con Google” a Milano, 16 ottobre 2012

Il 16 ottobre 2012, a partire dalle 8.30, Google offrirà breakfast + quotidiano al Lounge all’ultimo piano della Blend Tower, vicino alla Stazione Centrale di Milano.

Dalle 9.00 alle 10.00 Daryoush Goljahani, Channel Manager Italy di Google Enterprise, condurrà una breve sessione di analisi di trend e opportunità legate al Cloud per le Aziende e illustrerà potenzialità e benefici della suite Google Apps for Business

Infine, spazio alle domande

Location: Blend Tower – Piazza IV Novembre 7, Milano

Per registrarti clicca qui


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: